15 uomini…e una bottiglia di birra per conforto

In molti conoscono la Birra Messina non tutti sanno che non è prodotta solo a Messina ma in parte in Sicilia e in parte in Puglia (a Massafra).

Ma non è un inganno e anzi in qualche modo è il coronamento di una bella storia.

Il birrificio Messina nasce nel 1923 fondato dalla famiglia Faranda. Nel 1988 il marchio e lo stabilimento sono ceduti a Heineken che, vincolata da un accordo, confermò tutti i dipendenti della vecchia fabbrica.

Nel 2006, anche per la mancata realizzazione di un progetto di ampliamento, Heineken chiude lo stabilimento e porta via anche il marchio.

Qualche dipendente accettò il trasferimento agli impianti di Massafra e Bergamo ma la maggior parte volle rimanere.

All’inizio gli operai coinvolsero la storica famiglia proprietaria ma il tentativo purtroppo non funzionò e nel 2011 venne dichiarato fallimento. Lo storico birrificio perse così fonti d’acqua, capannoni, fusti, tutto.

A quel punto la storia secolare della birra a Messina poteva concludersi ma invece

15 dipendenti, su i 41 licenziati, hanno deciso di fondare una cooperativa nata il 9 agosto del 2013. L’unico patrimonio le loro liquidazioni e una grande professionalità ma grazie alla Fondazione di comunità di Messina, il sogno ha iniziato a realizzarsi. Da prima i capannoni, poi l’acqua, poi i macchinari. Il primo anno vennero investiti 5 milioni di euro, .

Dopo tanti sforzi e tante incertezze (il primo anno i soci non presero stipendio) a settembre del 2016 la cooperativa ha iniziato a produrre la propria birra. In un primo momento solo due etichette, la birra dello Stretto e la Doc 15, in riferimento ai 15 soci. Nel 2017 sono aumentate le produzioni: la cruda, la doc cruda, la gran premio, la rossa non filtrata.

La birra prodotta dalla cooperativa Birrificio Messina all’inizio era distribuita sola nella città di Messina e nella provincia.

Poi il salto con l’accordo con Heineken. La multinazionale, che d’altra parte ben conosceva la professionalità dei lavoratori, fa produrre alla coop parte della Birra Messina Cristalli di Sale e per contro garantisce la distribuzione delle etichette del piccolo birrificio in tutta Italia.

Un bel salto ma non l’unico infatti attraverso una studiata politica social la birra del Birrificio Messina arriva anche in Belgio, Australia e in Svizzera.

E se poi, oltre alle varie versioni della birra dello stretto e della doc 15, volete bere la Messina cristalli di sale fatta proprio a Messina basta cercare il codice E sull’etichetta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.