La Lunga Notte

Autore: Leonardo Gori Editore: TEA Collana: Narrativa Tea Data di uscita: Ottobre 2021 N° Pagine: 272

Pubblicato in una bella edizione cartonata da TEA nella collana Narrativa Tea, “La lunga notte” è il tredicesimo capitolo del ciclo di storie di Leonardo Gori che hanno come personaggio principale il capitano dei carabinieri Bruno Arcieri.

Ambientato a Roma nell’arco di tempo che va dal 6 al 9 settembre 1943, il libro narra le vicende di Arcieri che, nonostante sia compromesso con il precedente comandante, viene reclutato per una missione dai nuovi vertici del SIM, il servizio segreto militare. Dall’esito di questo incarico dipenderà non solo il destino della capitale ma quello di tutta Italia. In un periodo cruciale per la storia recente della nazione, in cui Badoglio con il governo provvisorio e il re Vittorio Emanuele III con tutta la corte scappano e vanno al sud, dovrà infatti prendere contatto e prelevare due alti ufficiali americani giunti in incognito in città. Ma la sua attenzione è turbata da un fatto personale, risolto brillantemente dal tuttofare Daniele, un omicidio coinvolge la sua eterna fidanzata, l’ebrea Elena Contini.

Questa a grandi linee la trama di un’opera, dall’andamento filmico e dal finale tutt’altro che scontato, che segna un punto di svolta nella produzione dello scrittore fiorentino. Nonostante si trovino stilemi di diversi generi come giallo, spy story e letteratura rosa, si assiste ad un passaggio al romanzo in senso lato. Il protagonista infatti, assume posizioni precise nei confronti della politica e dell’establishment del suo tempo e prende decisioni che lo porteranno a condurre una vita piena di rischi e di incertezze. La ricostruzione storica, come di consueto quando si parla di Gori, è precisa e puntuale e non rimane sullo sfondo come una cornice insolita. Ad episodi e persone reali, di cui si fanno nomi, vengono infatti contrapposti intrecci e personaggi inventati ma allo stesso tempo verosimili. Oltre a questi notevoli pregi, il testo è arricchito da note storiche che servono a contestualizzare avvenimenti di fantasia ricchi di tensione e di colpi di scena. Oltre alla meravigliosa copertina di Francesco Chiacchio va segnalato infine, un breve racconto in appendice che riporta il lettore al Bruno Arcieri degli anni ’70 che, memore del ricordo narrato in questo volume, si troverà, in un gioco di rimandi tra i due autori che ormai è diventato consuetudine, a far fronte a una brutta faccenda con l’amico Commissario Bordelli, poliziotto creato dalla penna di Marco Vichi.

Ringraziamo la coop All Service per il sostegno al progetto

Ringraziamo la coop All Service per il sostegno al progetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.