L’Aurora

L’aurora di New York ha

quattro colonne di fango

e un uragano di nere colombe

che guazzano nelle acque putride.

L’aurora di New York geme

per le immense scale

cercando nei cantoni

balsami di angoscia disegnata.

L’aurora arriva e nessuno l’accoglie nella sua bocca

perché non c’è domani né speranza possibile.

A volte il denaro in sciami furiosi

trapassa e divora bambini abbandonati.

I primi che escono sentono sulle loro ossa

che non vi sara’ paradiso né amori sfogliati;

sanno che vanno a un fango di numeri e di leggi,

a giuochi senz’arte, a sudori senza frutto.

La luce è sepolta da catene e rumori

in un’impudica sfida di scienza senza radici.

Nei sobborghi c’è gente che vacilla insonne

come appena uscita da un naufragio di sangue.

F. Garcia Lorca

Ringraziamo il ristorante Il Covo dei Bucanieri per il sostegno al progetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.